;

Ottant'anni fa

...usciva Dieci Piccoli Indiani, il capolavoro di Agatha Christie

di Gialli.it 13 Aprile 2019

Era l’estate del 1939 quando la Collins Crime Club pubblicò per la prima volta Ten Little Niggers, meglio conosciuto come Dieci Piccoli Indiani.

In quel periodo dame Agatha trascorreva le sue giornate nell’immenso giardino di Greenway House, una meravigliosa villa bianca nel cuore del Devon, in Inghilterra. E fu lì che le venne l’idea di scrivere il suo romanzo più bello.
A Luglio il mondo intero festeggerà gli ottant’anni di Dieci Piccoli Indiani (in Italia il romanzo apparve col titolo E poi non rimase nessuno). E il record di 110 milioni di copie vendute, salirà ancora.
Noi di Gialli.it vogliamo ricordare il giallo cui siamo molto legati con cinque curiosità che non tutti conoscono.

1. Ten Little Niggers apparve a puntate. 23, in Inghilterra, sul Daily Express, e 7 in America sul Saturday Evening Post.

2. Fu il primo giallo della ‘Camera Chiusa’ senza un investigatore che alla fine chiude il caso.

3. L’arrivo dei protagonisti sull’Isola cita le tele di Bocklin note in tutto il mondo come l’Isola dei Morti.

4. La filastrocca deriva da una canzone popolare americana di fine ottocento che si intitolava proprio Ten Little Nigger, e che a sua volta citava una canzone precedente dal titolo Septimus Winner

5. Nove anni prima della pubblicazione di Dieci Piccoli Indiani, Gwen Bristow e Bruce Manning, due coniugi americani, entrambi reporter, avevano dato alle stampe un romanzo dal titolo L’Ospite Invisibile che ricorda molto il capolavoro della Christie. Qualcuno malignò che dame Agatha avesse attinto a piene mani dalla storia dei due scrittori americani. Ma nessuno ha mai preso sul serio questa indiscutibile cattiveria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 



Go Up