;

Jenny of Oldstones

Ninna nanna degli addii per Game of Thrones

di Serena Laudadio 22 Aprile 2019

E’ in una ninna nanna celtica tutta la magia del secondo episodio dell’ultima stagione di Game of Thrones.
Comincia a cantarla Podrick Payne, in una notte vicino al fuoco, ad aspettare la battaglia finale, poi esplode sui titoli di coda trascinata dalla struggente voce di Florence Welch, la cantautrice britannica icona dell’Indie Pop. Un mezzo soprano che ricorda Kate Bush, e riesce a dare all’epilogo della puntata, andata in onda stanotte, una grandezza che sembra quasi una citazione: GoT come il Signore degli Anelli, Podrick come Peregrino Tuc, nella indimenticabile Canzone di Pipino. “La Casa è alle spalle, il mondo avanti, le strade da seguire tante, nell’ombra il mio viaggio va finché luce nel cielo sarà…”. Un canzone dell’addio, esattamente come la superba Jenny of Oldstones, che stanotte avrà fatto piangere in molti. “Su nei corridoi dei re che se ne sono andati, Jenny ballerà con i suoi fantasmi. Quelli che ha perso, quelli che ha trovato e quelli che ha amato di più…”.
Gran bella puntata quella del 22 aprile. Intensa, raffinata, delicata. Game of Thrones sembra voler liberarsi della patina da feuilletton che in questi anni aveva un po’ ridimensionato la sua indiscutibile bellezza, puntando ad un finale coraggioso, impegnativo, che avvicina la Saga di Martin ai grandi capolavori del fantasy. Il Signore degli Anelli e la Spada di Shannara, tanto per fare qualche nome noto.
Non è la prima volta che la voce della Welch entra nella colonna sonora de Il Trono di Spade: già “Seven Devils” venne scelta come trailer della seconda stagione.
L’artista sarà in Italia la prossima estate per un live a Rho, poco fuori Milano, nell’ambito della rassegna Milano Rocks. Il brano Jenny of Oldstones è stato scritto da Benioff e Weiss con Ramin Djwadi e lo stesso George R.R. Martin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 



Go Up