;

Game of Thrones, l’errore fatale di D&D

ecco cos’hanno combinato secondo noi

di Gialli.it 12 Maggio 2019

Poche ore al quinto episodio dell’ottava stagione di Game of Thrones. Come sempre sembra di aspettare la finale di un Mondiale di calcio. Adrenalina a mille, ansia, e milioni di teorie, ipotesi, pronostici.
Eppure, questa volta, si arriva al The End anche con tanti dubbi e perplessità. Non siamo gli unici ad aver scritto che la Final Season di GoT non ha tenuto le aspettative, e non è stata all’altezza del finale che abbiamo atteso due anni.
Ora, però, alle battute conclusive, e dopo che siamo riusciti a rivederci tutta la Saga, le Sette Stagioni, i sessantasette episodi,  e le quattro puntate doppiate in italiano, facciamo ammenda e dichiariamo che “ci eravamo sbagliati”. Game of Thrones è e rimane il capolavoro che abbiamo amato. L’errore, se di errore si può parlare, l’hanno fatto i produttori e, la rete che ha acquistato i diritti, la HBO.
Come? Nella divisione delle Stagioni finali. Nella scelta scellerata di rendere monca la Settima, a favore di un’Ottava Stagione che non è altro che il finale di quella precedente.

La faccenda è facile ed evidente. La Serie Tv Game of Thrones è stata strutturata per avere sempre dieci episodi. E anche lo sviluppo delle singole puntate era rodato e si ripeteva con una certa puntualità. L’esempio sta nella Sesta. Dieci puntate tra dinamiche di potere, accordi e tradimenti tra le Casate, qualche pausa per mettere a fuoco i personaggi e le loro storie, poi battaglia epica e colpo di scena che apre alla stagione successiva.
Doveva andare così anche nella Settima. Le prime tre puntate dell’Ottava erano il perfetto finale della stagione precedente. E la Battaglia di Grande Inverno avrebbe chiuso degnamente quell’annata, tenendo il livello di GoT pari, se non superiore alla Sesta, che secondo noi è stata il capolavoro assoluto di tutta la Saga.

E invece qualcuno ha pensato che il dispendio di risorse e di energie della Lunga Notte ‘bastava’ da solo per costruirci intorno una stagione intera. E’ stato un errore di valutazione gravissimo. Perché quelle tre puntate erano giuste, nei tempi e negli sviluppi, in coda alla Settima, ma non bastavano per rendere indimenticabile il Finale. Soprattutto nel momento in cui, gli stessi produttori, avevano deciso che per chiudere otto anni di di stragi, tradimenti, conquiste, amori, eroismi, sorprese, bastassero quattro ore appena.
E’ mancato il coraggio? O forse solo in corsa Benioff e Weiss si sono accorti che lo scontro tra le due Regine non reggeva una stagione intera? Che forse era addirittura inutile?
Non lo sapremo mai. Fatto sta che oggi siamo qui con tanto amaro in bocca e la sensazione che forse sarebbe stato mille volte meglio chiuderla l’anno scorso, magari con 12 puntatoni fiume e ciao ciao.
Che ne pensate?   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 



Go Up