Come in un taxi, di notte

Bello il romanzo di Luana Tronchetti

di Ciro Sabatino 6 Settembre 2021

In libreria il nuovo romanzo di Luana Troncanetti, Omicidio alla Garbatella. Bello, intenso, serrato. Un polar alla francese che Gialli.it presenterà a Napoli agli inizi di ottobre.

Sarà che hai la sensazione di stare su un taxi, di notte. Di vedere passare le immagini di una vita, veloci, taglienti, confuse. Fotogrammi in timelapse, piano, veloce, piano, veloce. Pezzi di esistenza, storie, facce, parole. Musica. Quasi musica. Che arriva da qualche parte. Lontano. Dal taxi, forse. Si. Dal Taxi. Dove piange un uomo. Dove finisce una storia, un amore, una amicizia. Una vita.

Bella roba, il romanzo di Luana Troncanetti.  Bella storia quel taxi fermo in mezzo alla città. E dentro un uomo che sa di non potersi difendere. Neanche col suo migliore amico. L’hai ammazzata tu. No, no. No. Le volevo bene. Ma non serve a nessuno. A nessuno. Nelle notti della Garbatella. Nelle stanze dove una donna è poco più di un capriccio. Figurarsi Prudence. Ventun anni. Nera. Nessuno.

Nessuno sono io.

Bella storia Omicidio alla Garbatella. Il secondo romanzo di una scrittrice romana che riporta in Italia il mood dei polizieschi alla francese, dei polar che ricordano Izzo, Abel, Dominique Manotti. Con Roma che sembra Marsiglia, con mille personaggi che si accavallano, si confondono, si sovrappongono. Frenetico, serrato, teso. Nessuna distrazione, nessuna pausa. Jazz. Free jazz. Veloce, febbricitante. Unico obiettivo. Trovare una verità possibile. Perché bisogna restituire ad un uomo il suo dolore, e a una donna, la sua dignità, il rispetto che il mondo le avrebbe dovuto. Pru. Ventun anni, pelle ambrata, alta flessuosa. Be… bellissima. Pru. Nessuno.

Nessuno sono io.

Letto in due notti. Felice di aver ritrovato onestà, convinzione, capacità di stare dentro una vicenda senza preoccuparsi di piacere, senza ammiccare a niente e a nessuno. Senza furbate. Il romanzo della Troncanetti è senza furbate. E’ duro, doloroso, ansioso. Ha bisogno di arrivare fino alla fine. Perché solo alla fine si capisce perché uno scrittore ha una storia dentro e deve raccontarla.

Bella storia, Omicidio Alla Garbatella. Fratelli Frilli Editore.

Lo presenteremo a Napoli agli inizi di ottobre. E siamo contenti di farlo.



Go Up
error: Contenuto protetto!

Utilizziamo cookie di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi